Ora possiamo dirlo, questa partita era importante ed era una partita temuta. Temuta per il valore di un avversario per nulla facile, temuta perché veniva prima della trasferta di sabato prossimo  ad Aprilia prima della classe, temuta per le vicissitudini che le ragazze di Montemurro  hanno dovuto affrontare  dopo la trasferta di Bari del 12 Gennaio.

Ebbene sì sono state tre settimane ad ostacoli per le isernine tra indisponibilità  varie come quella della Guarino ferma dal mese di dicembre, come quella della Miotti per un problema  al ginocchio accusato durante la partita di Bari, come quella della Delfino alle prese con influenza e bronchite, senza dimenticare qualche problemino anche per la Babatunde, praticamente un calvario con allenamenti a ranghi ridottissimi senza palleggiatrici con l’ impossibilità di provare sostanzialmente mai un sei contro sei o limare schemi.

I timori alla vigilia della sfida con il Sant’ Elia erano quindi palesi e giustificati ma le nostre ragazze come sempre hanno dato tutto ciò che potevano dare nessuna esclusa con capitan Carlozzi a compattare il gruppo nei tanti momenti difficili di una gara non bella ma agonisticamente tesa e difficile.

Si parte con una Isernia dal sestetto a tre centrali con la Ragone in campo ed il primo set dopo un inizio equilibrato vede un primo allungo delle molisane che però subiscono il ritorno delle laziali  per poi chiudere comunque  il primo set con qualche sofferenza sul   25-23.

Secondo set e l’ Isernia va in bambola, ricezione in crisi, attacchi approssimativi e tutto facile per il Sant’ Elia che va avanti 11-2. Montemurro getta nella mischia la Delfino che nonostante le sue condizioni da tutto ciò che il suo fisico debilitato le consente di dare ma il set è  pesantemente compromesso dal breack iniziale e si chiude 25-15 a favore delle ospiti.

Parte bene la Assitec 2000 anche nel terzo parziale e le blufucsia sembrano ancora arrancare ma pian piano recuperano punto su punto, il set si fa avvincente e l’ Europea 92 annulla due set ball alle laziali riacciuffandole sul pari 24 per poi però cedere 24-26.

Quando tutto sembra maledettamente in salita esce l’ anima di questa Europea 92 di questa stagione. Le ragazze isernine si compattano e scendono in campo decise a vendere cara la pelle e a raschiare il fondo del barile per cercare ogni energia residua per capovolgere         l’ esito di questa gara. Ne esce fuori un parziale a senso unico a favore di Carlozzi e compagne ed il set si chiude sul 25-17 …si va al quinto così come nella gara di andata.

Parte forte il Sant’ Elia con le laziali avanti 6-3 ma le isernine non mollano e rientrano sul pari 6 per poi andare al cambio campo avanti di uno sul 8-7. Le ragazze di Montemurro trovano lo slancio giusto e piazzano l’ allungo decisivo…vanno prima sul 14-10 e poi rintuzzano il tentativo di rientro delle ospiti chiudendo sul 15-12 con l’ ultimo punto della Carlozzi.

Un plauso e due punti d’ oro e per il valore delle avversarie e per le vicissitudini delle ultime settimane in vista della difficilissima trasferta di Aprilia con la speranza di lavorare con più tranquillità nel corso della prossima settimana recuperando a pieno anche qualche  atleta.

I RISULTATI DELLA 14° GIORNATA

EUROPEA 92 ISERNIA-ASSITEC 2000 SANT’ ELIA  3-2

LUVO BARATTOLI ARZANO-FERRARO LAMEZIA 3-0

CRAI RADENZA MODICA-C.M.O. FIAMMA TORRESE 3-1

VOLLEYRO’ CASAL DE PAZZI-C. LIBERA CERIGNOLA 3-1

PVB BARI- SANTA TERESA VOLLEY 1-3

GIVOVA BCC VO.CI.-GIO’VOLLEY APRILIA 0-3

RIPOSA EXPERT VOLLEY PALMI

LA CLASSIFICA

GIÒVOLLEY APRILIA 33, SANTA TERESA 26, C.M.O. FIAMMA TORRESE 26, LIBERA CERIGNOLA 24, EUROPEA 92 ISERNIA 23, CRAI RADENZA MODICA 21, LUVO BARATTOLI ARZANO 21, VOLLEYRO’ CASAL DE PAZZI 20, PVG BARI 16, ASSITEC 2000 SANT’ ELIA 16, EXPERT VOLLEY PALMI 13, FERRARO LAMEZIA 13, GIVOVA BCC VO.CI. -3